Ricerca
Ricerca avanzata
Produttori
Categorie
Pagine info
Prodotti
Applicazione Militare e Tecnologia Spaziale

L’idea pratica degli attivatori magnetici naque negli anni 40’ del secolo scorso, come risposta alle necessità della tedesca Luftwaffe, interessata alla eliminazione della scia di fumo dai motori degli aerei da caccia.


In base ad una serie di esperimenti della Messerschmitt-Flugzeugwerke, si arrivò al punto di configurare un campo magnetico in grado di limitare al minimo il fumo uscente dai motori degli aerei.Inaspettato l’effetto collaterale fu quello di una sensibile riduzione di consumo del carburante. Successivamente, nel corso degli anni l’idea riscontrò molto interesse negli U.S.A, nelle applicazioni varie, specialmente riguardo ai carburanti ad idrogeno per missili balistici e missili in generale.


Dodici scienziati: Otto Stern nel 1943, Isidor Rabi nel 1944, Feli Bloch e Edward Purcell nel 1954, Willi Lamb e Polykarp Kusych nel 1955, Sin-Itero Tomonaga, Isaac Schwinger i Richard Feynman nel 1965, Robert B.Laughlin, Horst J.Starmer, Daniel C.Tsui nel 1998 hanno ricevuto il premio Nobel per gli studi e le scopere dell’influenza di campo magnetico sulle particelle.Tutti gli studii riguardanti il magnetismo sugli idrocarburi, provano che generando uno specifico campo magnetico, questo, è in grado di aumentare la superficie di particelle idrocarburiche, nonchè di predisporre in un modo più preciso e coordinato i legami con le particelle dell’aria facilitando una completa e migliore combustione del carburante.

Area cliente
Utente:
Password:
Registrati
Carrello
Totale merce: 0,00 euro

Mostra il carrello

Vai alla cassa

PAGAMENTI SICURI e SEMPRE PROTETTI
LASER JAMMER PRATICI TEST ANTIAUTOVELOX


Sklep internetowy seoNetShop 2.0
Copyright LEHAD ©2007