Ricerca
Ricerca avanzata
Produttori
Categorie
Pagine info
Prodotti
Risposte alle domande sui dispositivi in questione

1) Come funzionano gli apparecchi radar in dotazione alla Polizia ?

Un fotoradar o pistola radar (radar gun), da non confondere con la pistola laser (telelaser) emette onde radio ad una certa frequenza, quando queste colpiscono un oggetto una parte di queste rimbalza da esso e ritorna al radar.Se l’oggetto è in movimento si ha la differenza di frequenza (alta frequenza, l’effetto Doppler).Il radar, quindi calcola la differenza di frequenza sulla velocità dell’oggetto in movimento.


2) Che cosa sono le bande: “X”, “K”, “Ka”, “Ku” ?

I radar a differenza dei tipi lavorano in diverse frequenze.La banda “X”- 10.550 GHz è la più vecchia impiegata fin dal 1970, la banda “K”- 24.125 GHz dal 1978 e la “Ka”- 34.360 GHz dal 1989.Attualmente il 10% dei radar lavora in banda “X”, il 50% in banda “Ka”, circa il 30% in banda “K” e il rimanente 10% in “Ku”.Le differenze comunque cambiano a seconda dei Paesi in cui si viaggia.


3) Come funzionano gli apparecchi laser in dotazione alla Polizia ?

Pistole laser/telelaser funzionano allo stesso modo delle pistole radar quanto al principio, ma non in quanto alla qualità (decisamente superiore), con l’unica differenza e tutte le conseguenze da essa derivanti, anziché emettere onde radio utilizzano raggi laser in grado di puntare una determinata macchina in mezzo a tante altre e rilevare la velocità solo di quella.Questo è uno dei metodi.L’altro metodo non meno comune e altrettanto efficace è costituito dall’apparecchio trasportabile montato su cavalletto e posizionato a bordo strada perpendicolare ad essa.La sua caratteristica principale è quella di emettere in modo continuo e costante una coppia di raggi laser e di rilevare tutti i veicoli in transito registrando solo quelli che superano il limite di velocità consentito scartando ,invece, tutti gli altri.


4) Quali sono le caretteristiche più importanti nella scelta di un buon rivelatore radar/laser ?


· segnalazione delle bande: “X”, “K”, “Ka”, “Ku” (in base e a seconda dei Paesi in cui si viaggia), banda laser
· alta sensibilità
· buona resistenza alle interferenze esterne
· buona segnalazione acustica ed ottica
· segnalazione sul display di suoni diversi per diversi tipi di frequenze radar
· funzione mute manuale e automatica
· facilità d’uso


5) Che significa la sensibilità del rivelatore radar/laser ?

La sensibilità dell’antiradar determina la sua maggiore o minore capacità di rivelare un radar/laser attivo.In generale i rivelatori più sensibili hanno una portata superiore e presentano prestazioni più elevate.Allo stesso tempo, però, maggiore sensibilità aumenta l’effetto indesiderato delle interferenze elettromagnetiche.


6) Che significa la resistenza alle interferenze esterne ?

Ogni rivelatore radar/laser è soggetto alle interferenze elettromagnetiche non per forza provenienti dai radar/laser della Polizia, per questo apparecchio che segnala tutte le volte la presenza, nelle vicinanze di un radar/laser, anche se in realtà non c’è, si rivela del tutto inutile.Di conseguenza la maggior parte dei rivelatori radar/laser è dotata della funzione di riduzione delle false segnalzioni d’allarme (controllo digitale D.S.P o simile)


7) Perchè la segnalazione acustica del rivelatore radar/laser è così importante ?

In questo modo la segnalazione acustica permette al conducente di concentrarsi di più sulla guida e su quello che accade in strada, anziché sulla continua analisi dei dati evidenziati sul display dell’antiradar/laser.


8) Perchè la segnalazione del tipo di banda sul display è così importante ?

Conoscendo la rilevata frequenza si è in grado di determinare la fonte della sua provenienza, per esempio un segnale breve e debole su banda “X” può significare un forno a microonde acceso nelle vicinanze, su banda ”K” sensori delle porte scorrevoli presso centri abitati, supermercati o stazioni di servizio.Un segnale forte su banda “K” può significare una pistola radar nelle vicinanze, invece un progressivo segnale su bande “K” o “Ka” significa la presenza di un fotoradar, forte segnalazione d’allarme su banda “Ka” un più che probabile fotoradar.


9) I rivelatori radar/laser sono efficaci contro le pistole radar ?


Sì, le pistole radar utilizzano lo stesso principio di funzionamento dei fotoradar con alcune fondamentali differenze come: una maggiore emissione delle intensità onde radio (X,K,Ka,Ku) e per questo più facilmente rilevabili, non scattano le foto ma registrano soltanto la velocità della macchina sul display del radar, richiedono obbligatoria presenza dell’agente della Polizia per l’utilizzo dell’apparecchio ed immediata contestazione dell’infrazione.La portata delle pistole radar varia da modello a modello, per oggetto inquadrato e anche per le condizioni atmosferiche.La portata massima effettiva arriva fino a 300/400 metri circa, per gli obbiettivi più grossi e buone condizioni atmosferiche, fino a 30 metri per quelli più piccoli e cattive condizioni atmosferiche. Nel momento in cui vengono azionate, fanno scattare contemporeanamete l’allarme del vostro antiradar/laser, avvisandovi in tempo dell’immediato pericolo di essere rilevati.


La sensibilità delle pistole radar è di solito maggiore nelle ore del mattino, anziché in quelle del pomeriggio, questo per il fatto che nel pomeriggio soprattutto nei mesi estivi dell’anno la temperatura è più alta e gli oggetti scaldati dal sole aumentano il rumore di fondo influenzando e disturbando, così, l’esatta misurazione dell’apparato radar della Polizia.


Le pistole radar come i fotoradar presentano anche caratteristiche comuni e cioè quelle di rilevare i veicoli in transito singolarmente e quindi uno alla volta, questo per minimizzare il margine di errore.Il caso tipico è quello, della pistola radar puntata contro un veicolo che viaggia ad una velocità regolare ad es.50 km/h, su una doppia o tripla corsia accanto agli altri veicoli più veloci di esso, es.80 km/h. Se il radar è puntato contro di questo (50 km/h), può rilevare la velocità altrui (80 km/h) segnalando così la misurazione errata (di 30 km/h) e multando ingiustamente il conducente in regola, ciò è dovuto al fatto, che le onde radio a una certa distanza si “sparpagliano” e colpiscono diversi oggetti circostanti, al contrario del laser, che anche se puntato a lunga distanza emette un fascio concentrato di luce e rileva la velocità del solo veicolo specificamente inquadrato, misurato e colpito dal raggio laser.

******

Esempi

******



1) La misurazione dell’apparato radar puntato contro il veicolo in arrivo sulla corsia di destra a velocità regolare di 50 km/h, viene influenzata dal sopraggiungere del secondo veicolo più veloce a 80 km/h alterandola radicalmente.Questo perchè le microonde ad alta frequenza rimbalzano prima dall’oggetto in movimento con velocità più alta rispetto a quello con velocità piu bassa.

2) Le pistole radar vengono impiegate per rilevare la velocità dei veicoli.Nella simulazione grafica, una pistola radar emette microonde ad una certa frequenza (rappresentate in blu) in direzione dell’automobile in movimento.Le microonde riflesse (rappresentate in rosso) ritornano al radar ad una frequenza differente, in funzione della velocità della macchina appena rilevata.Un particolare sensore presente nel radar confronta la frequenza di partenza con quella di ritorno, determinando la velocità esatta del veicolo.In questo caso, alta frequenza delle microonde riflesse indica, che automobilista nella macchina rossa ha superato il limite di velocità e probabilmente verrà multato.

*****

Alcune pistole radar

******

-------

******

Controlli con pistola radar

******

--------- ----

*******

10) I rivelatori radar/laser sono efficaci contro i fotoradar ?


Sì, ma per il fatto della loro bassa emissione delle microonde radio (circa 1mW) alcuni, specialmente quelli della fascia più bassa lo fanno con qualche difficoltà.I fotoradar eseguono misurazioni dell’oggetto in movimento dalla distanza che varia da 7 m a 60 m (media 35 m), in quel breve tratto, qualche volta, il rilevamento del segnale della presenza di un fotoradar potrebbe corrispondere alla sola informazione dell’esser stato appena agganciato.


Comunque, la maggior parte dei moderni rivelatori radar soprattutto di quelli del segmento più alto sono in grado di rilevare efficientemente e senza problemi un fotoradar dalla distanza di circa 200–300 metri e più, a seconda della morfologia del terreno e delle condizioni atmosferiche.

******

Esempi

******

I fotoradar vengono impiegati per rilevare la velocità dei veicoli.Nella simulazione grafica un fotoradar posizionato a bordo strada in postazione fissa (ma ciò vale anche per i fotoradar trasportabili), emette su tutte e due le corsie, in modo continuo e costante una serie di microonde.Queste ultime trasmesse ad una certa frequenza ed ad una distanza prestabilita, vengono riflesse dai veicoli in transito, ritornando al fotoradar in frequenze differenti (alta frequenza per i veicoli in avvicinamento e bassa frequenza per quelli in allontanamento dal fotoradar).Un particolare sensore confronta la frequenza di partenza con quella di ritorno, determinando la velocità esatta del veicolo.In caso di velocità eccessiva vengono scattate foto delle targhe anteriori o posteriori.

******


Alcuni fotoradar in postazioni fisse, assomiglianti a delle casette per gli uccelli in cima ad un palo di sostegno (gamma: Bosh TraffiPhoto, Gatso, Zurad)

******

-------

Bosh TraffiPhoto

******

-------

Gatso / Zurad

******

Foto

******

-------

******


Alcuni fotoradar in postazioni trasportabili su treppiede, all’interno del baule del veicolo della Polizia parcheggiato a bordo strada o anche in movimento (gamma: Bosh TraffiPhoto, Gatso, Multanova, Zurad)

******

-------

Bosh TraffiPhoto / Gatso

******

-------

Multanova / Zurad

******

-------

Unità mobile

Foto

******

******


11) I rivelatori radar/laser sono efficaci contro le pistole laser (telelaser), autovelox ?


Sì, per quanto riguarda i laser bisogna prendere in considerazione diversi tipi e diversi modi in cui lavorano.I cosidetti modelli autonomi, mobili, montati su cavalletto e trasportabili come: “velox” con funzionamento laser (diversi tipi) e altri fissi della stessa categoria o modelli simili per tipologia di funzionamento fissi, mobili e trasportabili, una volta attivati emettono in continuo dei raggi laser i quali interrotti dai veicoli in transito determinano la lettura della velocità e in caso di superamento del limite consentito scattano una foto digitale.Questi apparecchi non sono difficili da rilevare da parte di un veicolo con a bordo un rivelatore radar/laser di qualità superiore, che mano a mano si avvicina alla portata effettiva del loro raggio d’azione, anche se questi operano con potenza ridottissima e le misurazioni avvengono in frazioni di secondo.Questo, perchè i raggi laser sono intercettabili in una larga linea di propagazione lasciando così, un più che sufficiente margine di tempo per la loro segnalazione e conseguente reazione.


La situazione è un pò diversa nel caso abbiamo a che fare con una pistola laser puntata direttamente e tempestivamente contro un veicolo in movimento.Sapendo già che la misurazione avviene in meno di un secondo circa 0.2-0.5 sec., nel momento stesso in cui l’operatore prende mira e aziona l’apparecchio sparando il raggio laser avviene la misurazione e il calcolo della velocità del veicolo, se questa è superiore al consentito in un tempo così breve è difficile ridurla.


Malgrado ciò non è affatto impossibile evitare di essere intercettati dalla pistola laser e la conferma di questo si ha quando l’antiradar rileva i controlli destinati a dei veicoli precedenti il vostro o quando la prima misurazione non è riuscita a evidenziare immediatamente un controllo valido e soddisfacente(circostanze frequentemente riscontrabili).Il laser richiede perfette condizioni atmosferiche e di mira del veicolo, al contrario delle onde radar che funzionano benissimo anche con pioggia, nebbia, neve ecc...(esempio concreto aeroporti).Per la grande sensibilità degli rivelatori radar/laser fino a 2-3 km e una massima portata effettiva dei raggi laser 1,3 km circa, la possibilità di disporre di tempo necessario per reagire è più che sufficiente.


Comunque il modo, in grado di garantire l’efficacia al 100% contro le pistole laser/telelaser o velox è costituito dagli apparecchi di tipo “laser-blocker” (diffusori laser).Questi dispositivi di solito a montaggio fisso si caratterizzano per il fatto, che emettono in continuo degli impulsi, raggi laser propri - i blocker attivi, (di rimbalzo - i blocker passivi meno efficaci di quegli attivi), di conseguenza accecano, disturbano e rilevano i dispositivi laser della Polizia, comportando una misurazione di velocità irrilevabile ed illeggibile.

******

Esempi (pistole laser, telelaser)

******

---

d = distanza , c = velocità della luce , t = tempo di spostamento dell′impulso laser

******

---

******


Il principio di funzionamento si basa sull’emissione di un fascio laser e sulla sua successiva riflessione sulla carrozzeria del veicolo.Un sensore ottico, nota la frequenza di partenza e rilevando la frequenza di ritorno, determinala velocità esatta del veicolo.

******

--- ---

******

Controlli con pistole laser

******

-------

******

(1)---(2)----

******

(1) Un camion a 958 metri di distanza a velocità di 95 km/h in direzione di avvicinamento alla pistola laser

(2) Un autovettura a 937 metri di distanza a velocità di 114 km/h in allontanamento dalla pistola laser

******

Apparecchi velox fissi e trasportabili

******

------

******

-------

******

Alcune foto

******

------

******

------------

******

12. I rivelatori radar/laser sono efficaci contro gli apparecchi video da inseguimento e registrazione ?

***

E’ un tipo di dispositivo che elabora le immagini di una telecamera per calcolare la velocità dei veicoli.L’uso principale di questo apparecchio avviene a bordo delle volanti della Polizia, esso rileva la velocità relativa dei veicoli che precedono e la confronta con i dati del tachimetro di bordo, ricavando la velocità effettiva, il tutto accuratamente e meticolosamente registrato su cassette e fotografie.


L′ apparecchio oltre alla velocità registra altre infrazioni del codice della strada come: passaggio col rosso, circolazione sulla corsia d′ emergenza, guida pericolosa, sorpasso vietato ecc...Non emettendo nessun tipo di microonde, onde radio o raggi laser non è intercettabile, a meno che non sia supportato da un apparecchio laser o da un apparecchio radar (di tipo mobile).Perciò non esiste modo per falsare o disturbare a favore dell′automobilista i dispositivi di questo tipo, lo stesso vale per le barriere fotoelettriche.

******

Il tipico esempio di un apparecchio video da inseguimento e registrazione è il Provida 2000

******

(1)---(2)

******

(1) Installazione Provida 2000 su una delle autovetture di pattuglia, si intravede il display sopra il cruscotto, il telecomando e la telecamera montata vicino allo specchietto retrovisore.

(2) Il display attivo ed in atto di registrazione.

Area cliente
Utente:
Password:
Registrati
Carrello
Totale merce: 0,00 euro

Mostra il carrello

Vai alla cassa

PAGAMENTI SICURI e SEMPRE PROTETTI
LASER JAMMER PRATICI TEST ANTIAUTOVELOX


Sklep internetowy seoNetShop 2.0
Copyright LEHAD ©2007